Nuovo record per il tasso di inflazione in Russia

Il tasso di inflazione in Russia ha accelerato a un nuovo massimo degli ultimi cinque anni, pari allo 6,7% .

Il Paese ha registrato un rapido aumento dei prezzi dall’inizio dell’anno mentre l’economia globale si sta riprendendo dalla pandemia di coronavirus, con carenze di approvvigionamento e aumenti nei costi delle materie più importanti.

Gli economisti si aspettavano che il tasso di inflazione della Russia fosse superiore al 6,5% registrato a luglio. Ma le cifre non sono una buona notizia per la Banca centrale, che ha alzato i tassi in modo aggressivo negli ultimi mesi nel tentativo di domare gli aumenti dei prezzi, o per il Cremlino, che dovrà affrontare una prova chiave di sostegno da parte della popolazione nelle elezioni parlamentari della prossima settimana.

I prezzi stanno ora aumentando al loro tasso più veloce da agosto 2016.

I prezzi del cibo sono aumentati dell’8,5% negli ultimi 12 mesi, con sondaggi che mostrano che l’aumento del costo della spesa nei supermercati è regolarmente citato dai russi come il loro problema più grande.

La Banca centrale deciderà prossimamente se aumentare i tassi di 50 punti base al 7%. Il regolatore, da tempo critico della politica monetaria espansiva, si è mosso rapidamente per alzare i tassi quest’anno, allontanandosi dal minimo storico del 4,25% durante la seconda metà del 2020.

I tassi di interesse più elevati sono in genere utilizzati per raffreddare un’economia surriscaldata o ridurre l’inflazione. L’obiettivo ufficiale della Russia è mantenere un tasso di inflazione intorno al 4%. “La sorpresa più spiacevole è stata la crescita dell’inflazione di fondo, dal 6,8% al 7,1%”, ha affermato Dmitry Polevoy, direttore degli investimenti di Loko Invest.

Gli analisti di Sova Capital prevedono che l’inflazione potrebbe superare il 7% nei prossimi mesi, soprattutto se l’importante produzione agricola russa sarà colpita da un’estate particolarmente calda e secca, facendo salire ulteriormente i prezzi dei generi alimentari.

fonte: tradotto e riadattato da themoscowtimes.com

Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*