I moscoviti portano fiori e giocattoli in memoria della bambina

Decine e decine di moscoviti in queste ore stanno portando fiori e giocattoli alla stazione della metropolitana Okt’abrskoje Pole nel nord-ovest della città, luogo in cui, nella giornata di ieri è stata arrestata una donna che teneva in mano la testa mozzata di una bambina.

tragedia mosca

A partire da questa mattina, c’erano fiori, giocattoli, cioccolatini, caramelle e candele vicino all’uscita della stazione della metropolitana. Molte persone si sono fermate per qualche tempo nei pressi del memoriale improvvisato. La maggior parte delle persone intervistate sulla scena chiedono una punizione severissima per l’assassina.

Ieri, una 38enne di nazionalità uzbeka – Gulchehra Bobokulova – che teneva in mano la testa mozzata di una bambina gridando “Allahu Akbar” è stata arrestata nei pressi della stazione della metropolitana.
La donna si è rivelata la tata della bambina di 4 anni, il cui corpo decapitato era stato scoperto poco prima dai vigili del fuoco dopo aver spento un incendio in un appartamento nel nord-ovest di Mosca.

Secondo gli investigatori, la tata aveva aspettato che i genitori della bambina uscissero di casa, ha ucciso la bambina, ha dato fuoco all’appartamento ed è scappata.

I ricercatori hanno ordinato alla donna detenuta di sottoporsi ad un esame psichiatrico forense. Una fonte non identificata nelle forze dell’ordine, citate da Interfax, ha affermato Bobokulova era sotto l’influenza di psicofarmaci.

fonte: tradotto e riadattato da themoscowtimes.com

Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

1 risposta a I moscoviti portano fiori e giocattoli in memoria della bambina

  1. giovanni scrive:

    RIP!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*