Lavorare a Mosca

I cittadini stranieri, dopo aver ricevuto il permesso di residenza temporanea nella Federazione russa per un periodo fino a tre anni, hanno lo status giuridico di residenti temporanei in Russia.

Per lavorare legalmente in Russia, devono ottenere un permesso di lavoro. Ma secondo la Legge federale 115-FZ “sullo status giuridico dei cittadini stranieri nella Federazione Russa”, datata 25 giugno 2002 (di seguito – “Legge sui cittadini stranieri”), gli stranieri temporaneamente residenti in Russia non sono considerati lavoratori stranieri. A riguardo, per loro, ci sono una serie di possibilità nel processo di ottenimento di un permesso di lavoro:

1) Gli stranieri tenendo lo status di soggiorno temporaneo possono autonomamente, o attraverso il loro rappresentante, far domanda alle autorità della migrazione regionale per un permesso di lavoro.

Un permesso di lavoro è rilasciato per il periodo di occupazione o di validità del contratto civile, ma non superiore ad un anno. Nel caso in cui non c’è lavoro o accordo civile, un permesso di lavoro può essere rilasciato per un periodo di un anno. Il periodo per il quale un permesso di lavoro valido può essere estesa a pari il periodo di validità del permesso di soggiorno temporaneo.

La presente legge non determina il quadro preciso entro il quale l’estensione del permesso di lavoro deve essere applicato per prima quella attuale scade. Così, tale estensione può essere realizzata subito dopo il rilascio del permesso di lavoro valido per un anno in caso di lavoro esistente o la presenza di un contratto civile;

2) Un permesso di lavoro è rilasciato entro 10 giorni lavorativi, invece di 30 giorni di calendario;

3) Un permesso di lavoro può essere rilasciato per ogni posizione chiesta che sia inserita nella classifica nazionale di posizioni. Con la presente i regolamenti amministrativi per il rilascio da parte del Servizio federale della migrazione di un permesso di lavoro non hanno bisogno di cittadini stranieri per fornire la documentazione a conferma dei relativi titoli di studio o professionali;

4) Il rilascio o la proroga dei permessi di lavoro dei residenti temporanei non richiede la documentazione medica che mostra l’assenza di qualsiasi malattia in conformità con l’elenco fissato dal governo di Russia;

5) Un datore di lavoro ha la possibilità di assumere un cittadino straniero indipendentemente dalla quota di lavoratori stranieri. Un datore di lavoro è inoltre esente dal preliminare applicabili ai servizi di collocamento competenti con informazioni sulla necessità per i lavoratori e non ha bisogno di ottenere un permesso per l’assunzione di lavoratori stranieri, non appena questi obblighi si riferiscono al processo di attrarre e assumere lavoratori stranieri, ma per legge residenti temporanei non sono considerati lavoratori stranieri;

6) Al momento della conclusione di un contratto di lavoro con un lavoratore straniero, il datore di lavoro non è obbligato a informare le autorità statali relativamente all’assunzione, in quanto un cittadino straniero titolare dello stato di soggiorno temporaneo in Russia non è classificato come un lavoratore straniero;

7) i residenti temporanei possono lavorare solo nella regione della Russia per i quali è stato emesso il loro status di residenza temporanea.

I cittadini stranieri non sono autorizzati a cambiare autonomamente la regione per la quale il loro status di residenza temporanea e, di conseguenza, il loro permesso di lavoro sono validi. In caso di necessità di trasferirsi in un’altra regione per lavoro, lo straniero deve rivolgersi all’autorità stato appropriato per la migrazione di apportare modifiche al permesso di soggiorno. Dopo di che avrebbe dovuto fornire alle autorità dello Stato con la documentazione per confermare un accordo con il nuovo datore di lavoro sulle condizioni di lavoro e di soggiorno (contratto di lavoro, di leasing / contratto di locazione per luogo di residenza nella regione in cui lo straniero è da utilizzare, ecc) .

In caso di annullamento dello status di residenza temporanea per i motivi stabiliti dalla legge sui cittadini stranieri (art. 7), un cittadino straniero deve poi allontanarsi dal territorio della Federazione Russa entro 15 giorni lavorativi. Con la presente i rapporti di lavoro con il datore di lavoro sono terminati, e il permesso di lavoro viene anche annullato sulla base che un cittadino straniero è lasciare la Russia per porre la sua / il suo di soggiorno permanente (n. 8, comma 9 dell’articolo 18 della legge sui cittadini stranieri .)

Uno dei motivi per l’annullamento del permesso di soggiorno temporaneo, con alcune eccezioni, è l’assenza di lavoro del cittadino straniero in Russia per un periodo superiore a 180 giorni durante l’anno in corso a partire dalla data di rilascio del permesso di soggiorno temporaneo o a causa dell’assenza di un salario sufficiente derivante dal lavoro o un reddito non sufficiente per essere autosufficienti o non sufficiente per sostenere una famiglia a livello non inferiore a quello standard di vita minimo nella regione per cui è stato rilasciato lo status di residenza temporanea.

Dopo un anno da residente nella Federazione Russa con lo status di residente temporaneo, un cittadino straniero può ricevere la residenza permanente in Russia per un periodo fino a cinque anni e quindi raggiungere lo status di residente permanente nella Federazione Russa. Conformemente al comma 1, paragrafo 4 dell’articolo 13 sul diritto dei cittadini stranieri, un datore di lavoro può assumere come uno straniero senza il processo preliminare di ottenere l’autorizzazione per l’assunzione e l’occupazione dei lavoratori stranieri e di permesso di lavoro personale del cittadino straniero. Il rapporto di lavoro con questa categoria di lavoratori è la stessa con i cittadini della Russia, quindi il datore di lavoro non è obbligato a informare le autorità federali per l’assunzione di un cittadino straniero con questa distinzione.

Ma una residenza permanente di un specialisti altamente qualificati nella Federazione Russa (articolo 13.2 della legge sui cittadini stranieri) ha alcune caratteristiche particolari. Può essere ottenuto senza la previa approvazione di status di residenza temporanea per un periodo pari alla durata di validità del permesso di lavoro dello specialista – fino a tre anni (comma 27 dell’articolo 13.2 della legge sugli cittadini stranieri). Allo stesso tempo, uno status di residenza permanente di un lavoratore straniero non esime il datore di lavoro il necessario un utile trimestrale di archiviazione al Servizio federale della migrazione sul pagamento dei salari allo specialista, adempiendo procedure di migrazione di altri che vanno con impiego e la revoca dei specialisti altamente qualificati in Russia.

Se il rapporto di lavoro è terminato prematuramente e lo specialista non è disposto a continuare la cooperazione con la nuova occupazione in Russia, se altamente qualificato, lo status di residenza permanente specialista è valida per 60 giorni lavorativi dalla data di cessazione.

Se uno specialista trova un nuovo datore di lavoro entro 30 giorni lavorativi dalla data del licenziamento dal suo precedente luogo di lavoro, il permesso di soggiorno permanente rimane valido per tutto il periodo che il Servizio federale della migrazione sta elaborando la richiesta del nuovo datore di lavoro per ottenere un permesso di lavoro per il cittadino straniero. Se lo straniero continua a lavorare come specialista altamente qualificato, lui deve avere il relativo permesso di residenza permanente ristampato per il periodo di validità del permesso di lavoro nuovo.

fonte: tradotto e riadattato da themoscowtimes.com

Una risposta a Lavorare a Mosca

  1. ROBERTO FLEGO scrive:

    CERCO LAVORO IN RUSSIA COME IDRAULICO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*