Kitay – Gorod

Kitay-gorod è uno storico quartiere nel centro di Mosca, circondato da mura medievali, in parte ricostruite. È separato dal Cremlino dalla Piazza Rossa.

Kitay - Gorod

L’etimologia del nome non è chiara. Mentre “gorod” è senza dubbio traducibile con “città”, Kitay potrebbe corrispondere al Catai, ovvero alla Cina. Tuttavia , gli studiosi sono universalmente d’accordo che il nome in origine non aveva nulla a che fare con Kitay come “Cina”, in quanto non c’è mai stata significativa presenza cinese in questo quartiere di Mosca.

Quasi certamente il termine “Kitay” deriva da un’antica parola riferita allo steccato ligneo utilizzato nella costruzione delle mura. “Kita” infatti significa “graticcio” in riferimento alle palizzate che rinforzavano la rampa di terra eretta intorno a questo antico sobborgo del Cremlino.

Le mura furono erette nel 1536-1539 da un architetto italiano conosciuto come Petrok Maly, che originariamente realizzò 13 torri e 5 porte.

Kitay-Gorod è anche una stazione di interscambio della Metropolitana di Mosca, che serve le linee Linea Kalužsko-Rižskaja (numero 6) e Tagansko-Krasnopresnenskaja (numero 7). In origine era chiamata Ploščad’ Nogina, come la piazza che una volta portava il nome del rivoluzionario e politico sovietico, Viktor Nogin.

Va menzionato il monumento ai Santi Cirillo e Metodio posto all’uscita della metro (Piazza Slavyanskaya).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*