Russia semplifica la procedura di annessione e cittadinanza

I legislatori russi hanno introdotto un disegno di legge in Parlamento per semplificare l’assorbimento di nuovi territori all’interno del Paese, in quello che sarà senza dubbio interpretato come un segnale che Mosca ha in programma di ottenere il controllo della penisola di Crimea.

crimea russia
In base alla legge, scritta dal partito di opposizione “Russia Giusta”, la decisione dell’adesione di una parte di uno Stato straniero alla Federazione Russa dovrebbe essere presa tramite un referendum.

Gli autori hanno affermato che la normativa , che viene redatta in mezzo a disordini politici in Ucraina, deriva dagli obblighi della Russia nell’ambito di un accordo di amicizia firmato nel 1997 . Secondo l’accordo, la Russia e l’Ucraina hanno deciso di adottare misure volte a prevenire azioni che incitino alla violenza contro i gruppi di cittadini su base etnica o religiosa.

Il partito Russia Giusta ha introdotto anche un altro disegno di legge per facilitare la procedura di concessione della cittadinanza russa agli ucraini. La Camera bassa del Parlamento russo prenderà in considerazione la normativa in data 11 marzo, ha detto Vladimir Pligin, presidente della costituzione e affari di stato commissione del Parlamento.

Nei giorni scorsi , una serie di manifestazioni pro-Russia hanno avuto luogo in tutta Crimea. I manifestanti hanno affermato in quei raduni che non riconoscono l’attuale governo di Kiev e hanno chiesto l’intervento russo.
Crimea è stata parte della Russia fino al 1954, quando fu “trasferita” alla repubblica ucraina all’interno dell’Unione Sovietica. La Russia dispone di una grande base navale sulla penisola per il quale ha recentemente prorogato un contratto di locazione fino al 2042 .

fonte: tradotto e riadattato da moscownews.ru

Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*