Nuova tassa sulla casa posticipata al 2015

L’introduzione della nuova tassa immobiliare, già discusso in abbondanza, destinata a sostituire il vecchio sistema di riscossione delle tasse sulla proprietà con un approccio orientato al mercato non avrà luogo fino al 2015.

Il disegno di legge è stato presentato al governo nel mese di agosto, ma ha bisogno di essere rivisto e presentato nuovamente entro il 15 novembre.

palazzi moscoviti

Il presidente Vladimir Putin ha affermato all’inizio di quest’anno, che la nuova tassa potrebbe essere applicata già nel 2014 , ma questo sembra ormai improbabile a causa di litigi all’interno del governo stesso.

Le detrazioni fiscali per alcune categorie privilegiate sono il problema principale per il disegno di legge , che è stato criticato da alcuni esponenti del governo.

Piuttosto che essere legato al prezzo di inventario dei beni, la nuova tassa immobiliare che il ministero delle Finanze ha messo in piedi dovrebbe essere calcolata in base al valore catastale, che è un approccio più orientato al mercato.

La proposta del Ministero delle Finanze permetterebbe alle regioni di attuare le proprie aliquote d’imposta entro parametri ben definiti. Le imposte sugli edifici residenziali potrebbero essere fissate a non più dello 0,1 per cento del loro valore catastale, le imposte sui fabbricati non residenziali fino al 0,5 per cento e le imposte sui beni immobili di valore superiore a 300 milioni di rubli (circa 7 milioni di euro) ad un massimo del 1 per cento.

Il tasso attuale è del 2 per cento del valore della proprietà di inventario.

Il Servizio federale delle entrate ha riferito che l’introduzione del nuovo sistema di tassazione aumenterà le entrate di 5,6 volte a quota 137 miliardi di rubli.

fonte: tradotto e riadattato da themoscowtimes.com

Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*