Nuovo incendio al centro televisivo di Ostankino

Un incendio è scoppiato ieri sera al Centro del Supporto Tecnico di Ostankino a Mosca, provocando l’evacuazione di oltre 1.000 persone, tra cui un commentatore sportivo invitato a lasciare l’edificio mentre stava commentando una partita di calcio.

Torre di Ostankino

Trentacinque squadre antincendio tra cui 127 personale dei servizi di emergenza sono arrivati nell’edificio ASK-1, dove almeno 1.200 persone stavano lavorando. L’incendio è stato spento intorno alle 23 ora di Mosca (21 italiane). Non sono stati segnalati morti o feriti.

Secondo il servizio di emergenza di Mosca, il fuoco si è diffuso per circa 25 metri quadrati. Anche se l’incendio è stato prontamente contenuto, l’edificio era coperto di fumo denso.

L’incendio è stato inizialmente descritto come di categoria 2 su una scala a cinque punti dal portavoce Denis Nazarov, ma una fonte della polizia ha riferito a RIA Novosti che lo stato è stato successivamente aggiornato a categoria 4.

Il commentatore sportivo Gennady Orlov è stato fatto evacuare durante il secondo tempo di una partita di qualificazione alla Champions League tra lo Zenit di San Pietroburgo e la squadra danese del Nordsjaelland.

“L’intero staff è stato evacuato, per cui la trasmissione è andata avanti senza un commentatore” ha detto Dmitry Chukovsky, responsabile del canale sportivo che trasmette la partita NTV Plus +.

Nazarov ha affermato che l’incendio non ha causato interruzioni nelle trasmissioni televisive, e che le attrezzature e le comunicazioni non sono stati influenzate.

fonte: tradotto e riadattato da moscownews.ru

Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*