L’oligarca Berezovsky è morto a Londra

Il magnate russo – in esilio – Boris Berezovsky è morto a Londra all’età di 67 anni. Berezovsky ha fatto la sua fortuna in Russia negli anni ’90, quando il Paese ha attraversato la fase di privatizzazione dei beni dello Stato.

Nato nel 1946, viveva in Gran Bretagna dal 2000.

Berezovsky

Durante le privatizzazioni degli anni ’90 ha beneficiato di ottenere il controllo su diverse attività, tra cui il canale televisivo più importante del paese, Pervy Kanal. Nel 1997 la rivista Forbes ha stimato la ricchezza di Berezovskij a 3 miliardi di dollari.

Boris Berezovsky era al culmine del potere negli ultimi anni della Presidenza di Boris Eltsin, quando era vice segretario del Consiglio di sicurezza della Russia.

Dopo le elezioni presidenziali russe del marzo 2000, Berezovsky entrò in opposizione e si dimise dalla Duma. Dopo essersi trasferito in Gran Bretagna, il governo ha preso le sue attività televisive, e le ha cedute ad altre aziende russe.

Nel 2012 Berezovsky ha perso una causa contro Roman Abramovich a Londra per il possesso di Sibneft.

Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*