Serdyukov licenziato anche da Russian Technologies

Non finiscono le brutte notizie per l’ex ministro della Difesa Anatoly Serdyukov che è stato costretto a lasciare Russian Technologies, dove è stato licenziato dal suo incarico di Presidente del comitato consultivo della grande società statale.

Il licenziamento è stato annunciato da un Decreto Presidenziale pubblicato sul sito del Cremlino.

Serdyukov era in carica dal 2007, lo stesso anno in cui era stato anche nominato Ministro della Difesa.

Dopo la scoperta di un caso di frode da 95 milioni dollari ai danni di un’agenzia per la difesa alla fine dello scorso mese, il Presidente Vladimir Putin ha rimosso Serdyukov dal suo incarico di Ministro della Difesa. Gli esperti hanno ipotizzato che il suo licenziamento sia legato alla lotta tra i clan del Cremlino per manovrare le migliaia di miliardi di rubli delle spese per la sicurezza della nazione.

All’inizio di questo mese è stato riferito che Serdyukov potrebbe essere nominato consulente del capo di Russian Technologies Sergei Chemezov dopo essere stato licenziato dal Ministero della Difesa. Questa voce è invece stata negata dal servizio stampa della società.

Il Ministro del Commercio e dell’Industria Dmitry Manturov è stato nominato nuovo Presidente del consiglio di amministrazione.

Russian Technologies controlla circa 600 aziende in svariati settori che vanno dalla difesa all’elettronica.

fonte: tradotto e riadattato da themoscowtimes.com

Questa voce è stata pubblicata in Politica. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*