Putin propone le pensioni dopo 35 anni di lavoro

Il Presidente Vladimir Putin ha richiesto una riforma delle pensioni – che è in fase di discussione – per beneficiare della pensione dopo 35 anni di lavoro, invece che dopo 40 anni di lavoro.

“Se una persona inizia a lavorare all’età di 20 anni, non tutti gli studi universitari sono inclusi nel calcolo. E in secondo luogo i giovani non sempre hanno completato l’università a 20 anni.

Questo comporta inevitabilmente un aumento dell’età pensionabile. Quindi vorrei chiedere ai nostri colleghi di riflettere su come tagliare i 40 anni di durata del rapporto di lavoro ad un minimo di 35 anni, che significa, togliere dal computo almeno cinque anni” ha dichiarato Putin.

fonte: tradotto e riadattato da moscownews.ru

Questa voce è stata pubblicata in Economia. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*