“Lenin dovrebbe essere seppellito” secondo Medinsky

Il nuovo ministro della Cultura Vladimir Medinsky crede che il corpo del leader della rivoluzione bolscevica – Vladimir Lenin – deve essere sepolto, mentre il Mausoleo dovrebbe diventare un museo. La sua interpretazione è in linea con il volere popolare espresso un po’ di mesi fa dalla popolazione.

Medinsky sottolineato che a suo parere, ogni persona dovrebbe essere sepolto in quanto è stata la regola fin dall’inizio dei tempi. “Vorrei seguire tutti i rituali necessari al fine di evitare di giudicare (Lenin) dopo la morte”, ha detto alla stazione radio Ekho Moskvy. Egli ritiene inoltre che Lenin dovrebbe essere sepolto con tutti gli onori statali necessari – come fuochi d’artificio militari – e in un rispettabile posto.

“Forse, molto nella nostra vita cambierebbe in meglio dopo”, ha detto Medinsky. A suo parere, una decisione sulla questione non è stata presa prima della campagna elettorale – elezioni parlamentari di dicembre e il voto presidenziale di marzo – perché avrebbe fatto perdere popolarità e quindi voti.

Per quanto riguarda il Mausoleo, potrebbe essere trasformato in museo di storia sovietica. “Sarebbe un posto molto popolare con biglietti costosi” ha aggiunto Medinsky. Per più di due decenni dopo il crollo dell’impero sovietico, funzionari, attivisti per i diritti e semplici cittadini sono rimasti divisi sulla questione se il fondatore dell’Unione Sovietica dovrebbe rimanere nel Mausoleo di Mosca o, se essere sepolto altrove.

fonte: tradotto e riadattato da rt.com

Questa voce è stata pubblicata in Arte e Cultura. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*