Lukoil pubblica con ritardo i buoni risultati del 2011

La compagnia petrolifera non statale più grande di Russia – Lukoil – ha pubblicato il bilancio del 2011. La società ha dovuto cancellare attività nel Nord Ovest russo, che hanno mangiato parte dei suoi profitti.

L’utile netto di Lukoil è aumentato del 15% anno su base annua a $ 10.4 bln, con un EBITDA che è cresciuto allo stesso ritmo.

I prezzi più elevati del greggio hanno senza dubbio favorito la compagnia. Urali – il più importante marchio russo d’esportazione – è cresciuto di circa il 40% nel corso del 2011. Un nuovo progetto fiscale (60:66), che stimola le esportazioni di petrolio greggio, è stato un altro supporto per l’azienda, ha detto Anna Znatnova, un analista di AlemarIFC.

Tuttavia, Lukoil hanno sottoperformato il mercato, dove l’aumento medio del risultato netto è stato pari al 20%.
“L’utile netto del quarto trimestre 2011 è stato influenzato negativamente da $955 milioni le perdite dovute a write-off delle attività causate dalla rivalutazione delle riserve petrolifere di Khylchuyu Yuzhnoye” ha spiegato Lukoil.

“Sarà difficile avere alcun effetto sulle quotazioni, come è già stato considerato nel prezzo delle azioni Lukoil” ha aggiunto la Znatnova.
E Vitaly Mikhalchuk da Investcafe, inoltre, non si aspetta una grande reazione da parte degli investitori.

mln di dollari 2010 2011 var.
Revenue 104,956 133,650 +27.3%
EBITDA 16,054 18,606 +15.9%
Net Income 9,006 10,357 15

fonte: tradotto e riadattato da rt.com

Questa voce è stata pubblicata in Economia. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*