L’FSB ordina di vendere i beni all’estero al personale

Il direttore del Servizio di Sicurezza dello Stato russo, FSB, ha ordinato a tutto il personale di dismettere i loro beni all’estero, se ne hanno.

Il direttore di agenzia di sicurezza principale della Russia, Aleksandr Bortnikov, ha emesso un ordine speciale che è stata pubblicata nell’edizione di venerdì scorso del quotidiano governativo russo Rossiiskaya Gazeta.

Gli ordini del documento a tutti i dipendenti, quelli con FSB grado militare e personale civile sia, a riferire il possesso di proprietà che è registrata all’estero entro un mese e poi disporre di questa proprietà prima del 1 dicembre 2012.

L’ordine fa un’eccezione per la proprietà che viene utilizzata per risolvere alcuni compiti operativi, nonché qualsiasi proprietà di agenti dei servizi di sicurezza che vivono permanentemente all’estero. Tuttavia, queste persone devono sbarazzarsi delle loro attività estere entro un anno dal ritorno in Russia.

Gli agenti che ereditano proprietà all’estero sono ordinato di riferire in merito entro 10 giorni e poi dismettere il bene entro un anno.

fonte: tradotto e riadattato da rt.com

Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

2 risposte a L’FSB ordina di vendere i beni all’estero al personale

  1. Giulio scrive:

    si ma per quale motivo devono dismettere i loro beni all’estero? Non sarà l’inizio di una nuova guerra fredda?

  2. Giulio scrive:

    Strano, sembra iniziata una nuova guerra fredda…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*