Vigilia di Natale di proteste a Mosca e in Russia

Appena due settimane dopo la più grande manifestazione di opposizione in quasi venti anni, i russi visti i risultati infelici delle elezioni parlamentari di dicembre si sono riuniti ancora una volta.

Ma questa volta, è in numero ancora più grande, con la speranza che la loro voce collettiva sarà ascoltata. Essi si riuniscono per protestare contro i brogli – e per chiedere un nuova tornata elettorale.

Questa volta, la protesta si svolge in viale Akademika Sakharova, con le vicine strade chiuse al traffico. La polizia ha evitato di chiamare rinforzi da parte del Ministero della Difesa, ma mantengono una fortissima presenza all’interno della manifestazione, metal detector e le barriere sono state sistemate in precedenza.

Gli organizzatori della protesta sono riusciti a raccogliere circa 100.000 dollari, che è una somma che dovrebbe consentire di finanziare la manifestazione (illuminazione, apparecchiature audio, ecc). Tenendo conto del periodo dell’anno e delle condizioni meteo, gli organizzatori hanno pensato anche di passare una parte delle donazioni in com di base per i manifestanti – bevande calde, snack e servizi igienici.

In precedenza, le organizzazioni giovanili pro-governative hanno chiesto al Procuratore Generale da dove avessero attinto i finanziamenti per la manifestazione. Gli organizzatori, che ha raccolto fondi attraverso donazioni pubbliche, hanno accolto senza remore il potenziale controllo e hanno dichiarato di ritenersi pronti a collaborare con qualsiasi indagine.

Trenta persone hanno in programma di parlare, tra attori, giornalisti, musicisti, politici e uomini d’affari. Ma recenti sondaggi mostrano che la maggior parte delle persone che parteciperanno alla protesta non sono interessati ad essere affrontato dai politicanti e leader del partito d’opposizione – stanno venendo a sentire personaggi pubblici e gli attivisti sociali come Leonid Parfenov ed il blogger Aleksey Navalny.

Navalny, un attivista noto per aver denunciato gravi casi di corruzione in Russia, è stato rilasciato dalla prigione venerdì dopo essere stato detenuto in un raduno non autorizzato di Mosca il giorno dopo le elezioni. Era stato condannato a 15 giorni dietro le sbarre per resistenza all’arresto.
Il blogger dovrebbe condividere il palco con l’ex presidente sovietico Mikhail Gorbaciov, l’ex ministro delle Finanze Aleksej Kudrin e l’uomo d’affari ed aspirante Presidente Mikhail Prokhorov.

fonte: tradotto e riadattato da rt.com

Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*