Putin ha trovato il nuovo proprietario per il CSKA Mosca di hockey

Il coinvolgimento del primo ministro Vladimir Putin era necessario per risolvere definitivamente i problemi finanziari del club più titolato russo di hockey, il CSKA Mosca.
Secondo l’agenzia di stampa Interfax, WGC-3 Energy Company ha venduto oggi il 100 per cento delle azioni del CSKA Mosca.

Né l’acquirente né il valore della transazione è stato rivelato, ma in precedenza i media hanno suggerito che Rosneft Oil Company è il candidato principale per diventare il nuovo proprietario della squadra di Mosca.
Nel mese di ottobre, la gestione del CSKA è stata costretta ad affrontare Vladimir Putin informandolo dei problemi sorti negli ultimi periodi.

Subito dopo, ministro dello sport russo Vitaly Mutko ha promesso che le autorità avrebbe aiutato il club leggendario.
La società WGC-3 aveva acquistato il CSKA per 300 milioni di dollari dall’azienda Norilsk Nickel, nel gennaio 2011.

Il CSKA Mosca è il club più-nominato nella storia dell’hockey russo e sovietico, gli “uomini dell’esercito” hanno vinto i campionati dell’URSS 32 volte insieme a 12 coppe nazionali.
Il club ora gioca nella KHL, ma non è riuscito a raggiungere la sua passata grandezza negli ultimi anni.
Questa non è la prima volta che Vladimir Putin ha salvato una squadra sportiva. Già nel 2009, il primo ministro ha trovato nuovi sponsor per l’FC Tom, che stava considerando il ritiro dal Premier League russa di calcio.

fonte: tradotto e riadattato da rt.com

Questa voce è stata pubblicata in Sport. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*