Banca Centrale di Russia: il deflusso di capitali è doppio rispetto alle previsioni

La Banca Centrale di Russia prevede un deflusso netto di capitali privati pari a circa 70 miliardi dollari nel 2011, contro una precedente proiezione di 36 miliardi di dollari.

La Banca centrale ha anche abbassato le sue previsioni sulle riserve internazionali da 515 miliardi dollari a 495 miliardi dollari.

Un fattore importante per il deflusso di capitali è la paura crescente degli investitori per la crescente instabilità economica globale sui mercati finanziari che potrebbe portare ad una vendita di asset russi a favore di attività estere meno vulnerabili, in particolare con il clima sfavorevole agli investimenti nell’economia russa.

Le previsioni per il deflusso di capitale russa è ancora inferiore alle cifre che il paese ha vissuto nel 2008, quando ben 130,5 miliardi dollari erano letteralmente scappati nei timori di un collasso economico. Negli anni successivi di alti e bassi nell’economia russa, il deflusso di capitali è diminuitoa, scendendo a 38,3 miliardi di dollari nel 2010.

Tuttavia, negli ultimi 9 mesi del 2011, deflusso netto di capitali ha raggiunto 49.300 milioni dollari, di cui ben 13 miliardi nel solo mese di settembre.

Anton Safonov, analista di InvestCafe afferma che la previsione precedente era troppo ottimista.

“La decisione era attesa, e la previsione attuale è vicina alla realtà, una situazione negativa associata a un forte deflusso di capitali durerà abbastanza a lungo,almeno fino a metà del 2012 ed è, prima di tutto, il risultato del crescente interesse in attività estere”.
Safonov si aspetta che per la fine dell’anno la fuga di capitali supererà il livello del 2009, quando 56,9 miliardi dollari erano usciti dalla Russia, e anche in caso di un cambio nella situazione dei mercati, il deflusso di capitali sarà di almeno 65 miliardi dollari.

fonte: tradotto e rielaborato da rt.com

Questa voce è stata pubblicata in Economia. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*