Una sigaretta ha provocato l’incendio della metropolitana

L’incendio di ieri, accorso sulla linea verde della metropolitana è partito da una sigaretta incautamente gettata da qualche operatore della metropolitana, costringendo più di 500 persone da evacuare dalla stazione Orekhovo e di conseguenza intasare il traffico a sud di Mosca.

Nessuno è rimasto ferito, ma l’incendio in un locale tecnico ha riempito il tunnel di fumo ed ha imposto la chiusura della metropolitana tra le stazioni di Orekhovo e la stazione di Tsaritsyno in entrambe le direzioni per circa 90 minuti.

“L’incendio è divampato in un laboratorio ed era contenuto in una superficie di soli cinque metri quadrati” ha riferito il portavoce del ministero delle Situazioni di emergenza, Evgenij Bobylev all’agenzia stampa Interfax.

Il fuoco è iniziato attorno alle ore 10,30 presso la sala tra le due stazioni – presumibilmente da un lavoratore disattento della metropolitana – ed è stato rapidamente spento. Il servizio è ripartito alle ore 12:05 dopo che il tunnel era stato opportunamente ventilato.

Durante l’interruzione la società dei trasporti moscovita “Mosgortrans” ha inviato 165 autobus per trasportare i passeggeri attraverso le stazioni colpite. Un fiume di veicoli di emergenza ha creato un ingorgo di traffico che ha portato i tassisti a caricare più del doppio del costo normale per i giri di stazioni della metropolitana che sono stati aperti nelle vicinanze.

I tassisti sono stati aspramente criticati per aver abusato della loro posizione, e non è la prima volta, avevano fatto lo stesso a seguito degli attentati della metropolitana dello scorso anno e l’attentato terroristico a Domodedovo a gennaio.

L’incubo di transito segnato la quarta volta in un mese che il servizio della metropolitana ha subito interruzioni. Gli altri tre episodi sono stati accusati di guasti tecnici.

Nel frattempo, i funzionari di della metropolitana hanno annunciato che la riapertura della stazione Park Kultury sulla linea circolare è stata rinviata al prossimo anno.

La stazione, che era chiusa da febbraio, doveva riaprire a dicembre, ma ha dovuto essere rinviata a causa di ritardi nell’ottenere certi pezzi di ricambio.

fonte: tradotto e riadattato da themoscowtimes.com

Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*