I capitali in fuga dalla Russia potrebbero superare i 50 miliardi di dollari

La Banca di Russia non ha cambiato le previsioni sui flussi in uscita per l’anno in corso e si aspetta deflussi di capitale nel 2012 con il petrolio a 75 dollari al barile.

Gli stranieri stanno tirando fuori i soldi totalmente dalla Russia, i deflussi netti di capitale privato dalla Russia, sulla base del 2011 potrebbe raggiungere i 50 miliardi dollari o più, ha detto il vice ministro dell’economia Andrei Klepach. In precedenza, il ministero sperava che questa cifra non fosse superiore ai 35 miliardi di dollari, ma le statistiche per il terzo trimestre hanno smorzato queste aspettative.

“Come risultato, l’uscita sarà più grande di quello che avevamo previsto. Forse 50 miliardi di dollari, forse anche un po’ di più” – ha riferito Klepach.

Il vice ministro ha osservato che il deflusso di capitali dalla Russia potrebbe in futuro rallentare. “Potrebbe esserci qualche ritorno, ma niente di eccezionale”.

La Banca di Russia ha riferito che deflussi netti di capitale privato dalla Russia per i primi 9 mesi del 2011 è triplicato arrivando a 49,3 miliardi dollari contro i 16 miliardi dollari dello stesso periodo del 2010.

Allo stesso tempo, le esportazioni nette di capitale da parte del settore privato nel terzo trimestre del 2011 sono di 18,7 miliardi di dollari.

Nel secondo trimestre il deflusso netto di capitali privati ​​dalla Russia era di 9,2 miliardi di dollari, e nel primo trimestre ha avuto un controvalore di 21,4 miliardi di dollari.

fonte: rbc.ru

Questa voce è stata pubblicata in Economia. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*