Sberbank si espande e acquista Volksbank

Sberbank ha completato l’altro giorno l’accordo per acquistare Volksbank International AG, con una quotazione tra i 585 e i 645 milioni di euro, in funzione degli indicatori del 2011 e delle prestazioni aziendali, in una chiara ottica di espansione.

A conclusione del processo di negoziazione che è iniziato nel dicembre scorso, Sergey Gorkov, vice capo del consiglio dell’Organizzazione di credito russo Sberbank, ha riferito ai giornalisti che è stato fissato un prezzo per l’acquisto, risultando essere il primo acquisto chiave al di fuori della CSI.

“Questa transazione rappresenta la prima acquisizione al di fuori della CSI ed è l’ultimo passo nella trasformazione di Sberbank da un grande istituto finanziario nazionale ad una primaria banca internazionale.”

Il Presidente e CEO di Sberbank, Herman Gref, parlando a Vienna, ha salutato la mossa come complementare ai piani di espansione della banca più grande e antica di Russia, affermando che “l’acquisizione di Volksbank International è una tappa importante nella realizzazione del piano strategico Sberbank 2014”.

Gref ha aggiunto che la mossa vedrà Sberbank diventare un giocatore molto più significativo in Europa centrale e orientale.

“Questo ci darà l’accesso ai mercati interessanti e in crescita dell’Europa centrale e orientale, e servirà come piattaforma per una crescita organica e per ulteriori acquisizioni nella regione. Sono anche sicuro che i 600.000 clienti di Volksbank International ed i suoi dipendenti potranno beneficiare del sostegno di Sberbank ai business e godranno di nuove opportunità che derivano dalla nostra proprietà. ”

L’accordo è stato effettivamente firmato tra la Sberbank di Russia e gli azionisti di Volksbank International AG (VBI) – Österreichische Volksbanken-AG (“VBAG”), BPCE SA (“BPCE”), DZ BANK AG (“DZ Bank”) e WGZ BANK AG (“WGZ BANK”).

“Per Sberbank questa attività è una finestra per l’Europa – è infatti la prima banca russa fuori dalla Russia e CSI, ma già da ora sta valutando la possibilità di acquistare due banche polacche”.

fonte: riadattato e tradotto da rt.com

Questa voce è stata pubblicata in Economia. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*