Banca di Russia, a settembre riserve in diminuzione

Le riserve internazionali della Banca di Russia sono scese la scorsa settimana di ancora 6 miliardi dollari (-1,1%), e dal 23 settembre il loro volume è stato pari a 526 miliardi di dollari contro i 532 miliardi di dollari della settimana precedente, secondo la fonte della Banca Centrale.

Il calo delle riserve internazionali della Federazione Russa continua per la terza settimana di fila. In totale per il periodo 9-23 settembre sono diminuite di 17,4 miliardi di dollari.

Il punto più alto di riserve di valuta estera alta della Federazione Russa è stato raggiunto l’8 agosto 2008, quando il loro volume ha raggiunto 598,1 miliardi di dollari mentre il minimo è stato di 10,7 miliardi dollari registrato il 2 aprile 1999.

Il più grande detentore mondiale di riserve in valuta estera è ora la Cina, che a fine luglio aveva accumulato quasi 3,2 miliardi di dollari. Le riserve cinesi sono aumentate di quasi 350 miliardi di dollari rispetto all’anno precedente.

Le riserve valutarie della Cina sono più del doppio delle riserve auree del Giappone, che ha riserve di più di 1 trilione di dollari è il secondo Paese più grande al mondo per riserve. La Russia a livello di riserve internazionali è saldamente al terzo posto.

La Banca di Russia detiene oro e riserve di valuta, in particolare si tratta di riserve di valuta estera, oro monetario, diritti speciali di prelievo (DSP), posizione di riserva nel FMI e altre attività di riserva.

fonte: tradotto e riadattato da rbc.ru

Questa voce è stata pubblicata in Economia. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*