Stati Uniti e Russia alleate nell’Artico

Grosso colpo messo a segno dalla società statunitense Exxon capace di trovare un accordo con la Fed. Russa e la compagnia Rosneft con tanto di beneplacito e presentazione in pompa magna con Vladimir Putin.

Si stima in 500 miliardi di dollari, il valore dell’affare secondo il Premier russo che era partecipe alla conferenza stampa congiunta con Rex Tillerson, amministratore delegato della Exxon.

Si respira invece aria pesante in casa British Petroleum, partner britannico della Rosneft, la BP, viene colta decisamente in contropiede e gli statunitensi ottengono l’autorizzazione ad una esplorazione preliminare del mare di Kara, un’area ritenuta inaccessibile almeno fino a quando gli effetti del cambiamento climatico non hanno iniziato a farsi sentire con lo scioglimento di quelle barriere di ghiaccio.

Messa alle strette, Exxon ha accontentato in toto i russi cedendo diritti d’estrazione per giacimenti in Texas e nel Golfo del Messico, una conferma di quanto le compagnie petrolifere puntino verso il nord del globo nella loro caccia ai giacimenti e siano disposte a scommettere molto su questo.

Questa voce è stata pubblicata in Politica. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Stati Uniti e Russia alleate nell’Artico

  1. Pingback: Mosca: perquisiti gli uffici di British Petroleum (BP) | Mosca, Russia: hotel, voli, meteo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*