Tragedia sul Volga

Ad oggi sono nove le vittime accertate (tra cui una bambina e sei donne), mentre risultano 79 le persone salvate dalla nave da crociera “Bulgaria”.

Ci sono ancora purtroppo circa 110 corpi dispersi, di cui 30 di bambini.

Non sono ancora chiare le cause dell’incidente, avvenuto durante una tempesta scatenatasi sabato.

La nave, costruita nel 1955 nell’allora Cecoslovacchia, aveva superato un controllo il 15 giugno scorso, ma poteva portare un massimo di 120 persone, contro le ben 196 imbarcate.

Pochissime le possibilità di ritrovare sopravvissuti gli altri passeggeri, tra cui non risulta esserci alcun straniero.

Da notare la popolarità del tragitto Kazan – Bolgar – Kazan che risulta essere una meta abituale per chi visita il Tatarstan, un po’ come la visita al Peterhof per chi reca a San Pietroburgo.

Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*